I nostri scopi


La Casa della Poesia di Monza,
Luogo di delizia e cenacolo di letterati

quando ego te cernam, mea
Mirabelle, voluptas?

Angelo Maria Durini

L’idea di fondare la Casa della poesia di Monza nasce il 21 marzo 2012, nella Giornata Mondiale della Poesia, dalla volontà di un gruppo di cittadini appassionati di Poesia al fine di mantenere alto il valore di questo insostituibile veicolo di espressione,strumento di pace, di dialogo, di comprensione e di valorizzazione di quelle diversità culturali ed espressive, anche linguistiche, che compongono ed arricchiscono la società umana.

Villa Mirabello, Monza
Villa Mirabello, Monza

sono un poeta
un grido unanime
sono un grumo di sogni
Sono un frutto
di innumerevoli contrasti d’innesti
maturato in una serra

Giuseppe Ungaretti

Un luogo all’interno del quale la natura e la cultura possono fondersi per dare un respiro di bellezza, di arte e di sensibilità alle tante iniziative che saranno realizzate.

Luogo di delizia e cenacolo di letterati

La Casa della Poesia di Monza nasce il 21 marzo 2012, nella Giornata Mondiale della Poesia, in Villa Mirabello, nel parco reale di Monza. Villa Mirabello fu la residenza preferita del cardinale Angelo Maria Durini (1725-1796) che la rese luogo di cultura e di incontri mondani. Fu frequentata da Giuseppe Parini e dal Metastasio, utilizzata come reposoir, luogo di feste e ricevimenti, ma soprattutto fu luogo di delizia e cenacolo di letterati, come la definì il cardinale, accogliendo gli esponenti della cultura lombarda che ebbe la sua fioritura più rigogliosa con il rinnovamento delle lettere di Parini, Balestrieri, Passeroni, Verri.

La Casa della Poesia, ha come finalità quella di mantenere alto il valore della POESIA, insostituibile veicolo di espressione, strumento di pace, di dialogo, di comprensione e di valorizzazione di quelle diversità culturali ed espressive, anche linguistiche, che compongono e arricchiscono la società. La Casa della Poesia, fra le sue tante finalità, si pone lo scopo di creare sinergie con le scuole e con le università attraverso la condivisione di progetti e iniziative culturali volte anche a valorizzare il parco e il territorio brianteo attraverso incontri, tavole rotonde, concorsi poetici, progetti arbor poetici per dare vita a nuovi percorsi culturali che possano riportare alla luce le tradizioni e la nostra storia del territorio. La Casa della Poesia vuole essere un centro di promozione della poesia contemporanea nazionale ed internazionale e lo persegue attraverso la realizzazione di incontri con autori, dibattiti, tavole rotonde, laboratori di poesia, manifestazioni culturali, festival, concorsi poetici e premi letterari. Fra le tante iniziative di successo: la rassegna culturale Mirabello Cultura, alla sua XII edizione, che promuove incontri con scrittori e poeti, Lectio Magistralis e iniziative teatrali; il CRS Centro di Ricerca e Studi Durini che nasce per la salvaguardia, la tutela e la diffusione della produzione poetica e letteraria delle lingue dialettali e minoritarie europee con la prima edizione 2017 del Festival europeo delle lingue dialettali e minoritarie; i Premi letterari: Isabella Morra, alla sua XIII edizione e Aurelia Josz, alla sua IV edizione; i Salotti letterari della Regina Margherita, una serie di incontri nelle prestigiose sale del primo piano nobile della Reggia di Monza, alla seconda edizione; I Poeti per la Cultura di Pace, un progetto interculturale e interreligioso che pone la Poesia al centro per la costruzione di una cittadinanza europea attiva e di una cultura di pace e di non violenza, aperta al mondo e rispettosa della differenza culturale.

Il turismo culturale può promuovere l’economia di un territorio. La nascita del Parco letterario Regina Margherita e Parco Valle Lambro intende porre le basi per una crescita sostenibile del turismo culturale al fine di creare formazione e sviluppo economico a vantaggio soprattutto delle nuove generazioni chiamate come non mai ad assumere un ruolo fondamentale in questa nuova sfida. Il patrimonio artistico e la ricchezza culturale del nostro territorio possono costituire le premesse per questo importante rilancio, punto essenziale per un nuovo sviluppo, mettendo in rilievo il valore dell’attività culturale e il suo specifico apporto alla coesione sociale, all’identità regionale e allo sviluppo della collettività nel contesto urbano. Con queste premesse, il Parco Letterario Regina Margherita e Parco Valle Lambro si attiverà per promuovere un processo di valorizzazione e risanamento dei centri storici delle nostre città, valorizzandone la loro storia e l’ambiente.

Antonetta Carrabs Presidente La Casa della Poesia di Monza